Musica

La musica è il nostro sottofondo quotidiano, i bambini si divertono con le insegnanti ad imparare canzoncine e filastrocche accompagnate da melodie e gestualità. Però la musica non è solo questo!

Nella scuola dell’infanzia offriamo, nella retta, educazione all’ascolto. Le lezioni non sono rigide ma viene accolto anche il semplice spunto dato dalla curiosità dei bambini o dalle emozioni del momento.

Attraverso giochi motori, e con l’utilizzo di materiali quali: tempere, pastelli, pennarelli, plastilina, proviamo a riprodurre ciò che la musica ci trasmette. Il gioco e il movimento corporeo sono accompagnati da vari oggetti, cerchi, nastri, palle, stoffe, carte colorate, lana …

Negli scorsi anni è stato preparato uno strumentario costruito dai bambini utilizzando materiale di recupero, per dare nuova vita a ciò che viene abbandonato e per capire come sono fatti gli strumenti.

Impariamo ad ascoltare, a stare in silenzio, a sentire con tutto il corpo, cerchiamo di capire cosa significa rilassarsi oppure scatenarsi oppure concentrarsi a seconda della musica diversa che si ascolta e delle emozioni che essa suscita in noi. Nel tempo abbiamo verificato che per alcuni bambini la musica diventa un canale di comunicazione attraverso il quale i bimbi riescono ad esprimere loro stessi meglio che con le parole, soprattutto quando sono più piccoli e non hanno ancora un linguaggio verbale completo.

Durante tutto l’anno scolastico l’insegnante propone diversi tipi di musica, spiegando sempre ai bambini cosa vanno ad ascoltare; viene indicato sia l’autore sia il genere. Per scelta educativa si spazia tra i vari generi, dall’opera lirica al pop, dal compositore famoso al giovane emergente.

Uno degli obiettivi è quello di allargare gli orizzonti dei nostri bambini dando loro un assaggio del vasto e assortito panorama musicale.

Vengono inoltre proposti laboratori di Musica o di Arte e Musica, secondo le proposte offerte sul territorio, nell’anno scolastico 2016/17 ci proponiamo di collaborare con la musicista Gabriella Perugini e con l’associzione Altrearti Jam.